Home arrow Informazioni
Informazioni
A seguito dell’assegnazione del servizio di trasporto da parte della Provincia di Lucca mediante gara, il servizio per tutto il bacino della provincia stessa viene effettuato da VAIBUS S.c. a r.l.





CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO

·        BAMBINI

I bambini di altezza inferiore ad 1 metro possono viaggiare gratuitamente purché accompagnati da un adulto e purché non occupino posti a sedere. Nel caso in cui sia occupato il posto a sedere è dovuto il prezzo del biglietto. Se l' adulto accompagna più di un bambino dovrà acquistare un biglietto ogni due bambini. Passeggini e carrozzine sono ammessi solo se ripiegati.

·       ANIMALI
Il trasporto di animali è consentito nel caso di animali domestici di piccola taglia trasportati in contenitori assimilabili ai bagagli, è consentito altresì il trasporto dei cani, che possono essere ammessi a bordo solo quando vi è disponibilità di posto. I cani pagano la tariffa ordinaria qualora la taglia non sia ricompresa nelle dimensioni dei bagagli trasportabili gratuitamente (vedi sotto) e devono essere tenuti in modo da non ingombrare o arrecare fastidio agli altri passeggeri, pertanto devono essere tenuti al guinzaglio e muniti di museruola. Il viaggiatore è tenuto a risarcire gli eventuali danni causati dall’ animale. I cani guida per i non vedenti sono sempre ammessi a bordo e sono esentati dal pagamento del biglietto.Se richiesto esplicitamente dal conducente o dai passeggeri, il non vedente è tenuto a munire di museruola il proprio cane guida.
·       BAGAGLI
Ogni viaggiatore può portare gratuitamente un bagaglio, purchè di dimensioni non superiori a cm 50x30x25, collocandolo a bordo in modo da non intralciare gli altri passeggeri; in caso di dimensioni eccedenti, il passeggero è tenuto al pagamento del biglietto anche per il bagaglio. Non è ammesso il trasporto di bagagli non accompagnati. Non è ammesso il trasporto di motocicli e biciclette. Sui mezzi CLAP non è consentito l’uso delle bauliere. Sui mezzi Lazzi e CLUB  è consentito l’uso delle bauliere solo ai capolinea principali.
·      DISCESA-SALITA DAGLI AUTOBUS
Avviene, a richiesta dell’utente, in corrispondenza delle paline di fermata identificate dal logo VAIBUS. A quelle riportanti la dicitura “Fermata di sola discesa” non è ammessa la salita. Per le corse Firenze-Viareggio e ritorno direttissime a prenotazione, le fermate sono esclusivamente quelle contraddistinte dal cartello con dicitura DDP.La SALITA, negli autobus extraurbani, avviene per mezzo della porta anteriore; la DISCESA secondo le indicazioni presenti a bordo. 
·     FERMATE
Le FERMATE dell’Azienda sono tutte A RICHIESTA, come indicato sugli orari affissi negli appositi portaorari. Le FERMATE con il logo del BUS URBANO ARANCIONE si intendono valide solo ed esclusivamente per le linee URBANE; le fermate con il BUS EXTRAURBANO NERO sono valide per tutte le linee URBANE ed EXTRAURBANE. 
·      TRASPORTO MATERIE PERICOLOSE O NOCIVE

E’ proibito trasportare valige o involucri, comunque confezionati, contenenti materiale esplosivo, infiammabile, corrosivo, di cattivo odore, che possono in ogni modo costituire pericolo o arrecare disturbo ai viaggiatori o danno al materiale rotabile. E’ inoltre proibito il trasporto di armi non smontate (ad eccezione di quelle delle forze armate e di polizia).

·      DOCUMENTI DI VIAGGIO E SISTEMA SANZIONATORIO
I viaggiatori, prima di salire a bordo, devono acquistare i titoli di viaggio presso le Biglietterie dell’Azienda od alle rivendite autorizzate. Il biglietto deve essere vidimato, attraverso l’apposita obliteratrice, appena saliti in vettura.In casi eccezionali, i clienti sprovvisti di documento di viaggio potranno regolarizzarsi all’inizio del viaggio acquistando dall’autista il biglietto di corsa semplice a tariffa maggiorata (ai sensi della Legge Regionale 42/1998 e successive modifiche).I biglietti non sono cedibili e devono essere conservati fino al termine della corsa per presentarli ad ogni richiesta.I viaggiatori sprovvisti di documento di viaggio, o muniti di documento di viaggio comunque non valido, sono tenuti, oltre al pagamento del normale biglietto a tariffa ordinaria, anche al pagamento di una sanzione amministrativa nella misura stabilita dalla legge. Il documento di viaggio non deve essere in alcun modo manomesso e/o asportato in alcuna parte, pertanto l’obliterazione manuale (da effettuarsi in caso di guasto dell' obliteratrice) deve essere fatta mediante scrittura della data e dell' ora, da parte dell’autista.Sulle linee Extraurbane l’utente ha diritto al rimborso del biglietto nel caso la corsa sia effettuata con più di 30’ di ritardo, per cause imputabili all’Azienda. La richiesta dovrà essere inviata a “VAIBUS- v.le Luporini 895 – 55100 Lucca” entro 10 giorni lavorativi dal disservizio, specificando: giorno, ora, linea, fermata ed allegando fotocopia del titolo di viaggio utilizzato.    
SANZIONI A CARICO DEI CLIENTI
In caso di non rispetto degli obblighi sopra indicati si applicano le seguenti sanzioni amministrative
(L.R.Toscana n.33/2003)
Il personale di controllo deve controllare il rispetto di tutto quanto previsto dalle norme emanate dalla Regione Toscana circa l'utilizzo dei servizi di trasporto pubblico locale (L.R.T.42 del 31/07/98 modificata dalla L.R.33 del 8/07/03 e s.m.).Coloro che violano una delle norme contenute nella legge suddetta sono tenuti al pagamento di una sanzione amministrativa.Tali sanzioni ammontano, nella misura ridotta, a:
- €. 80,00 per i passeggeri sprovvisti di titolo di viaggio o muniti di titolo di viaggio non valido per il percorso oppure non convalidato oppure alterato/contraffatto, oltre al pagamento del normale biglietto a tariffa ordinaria;
- €. 20,00 per le violazioni delle altre prescrizioni indicate nel paragrafo “Doveri dei Clienti” dal punto b) al punto k), ad esclusione del punto “j) non fumare”.
Per il pagamento diretto all'incaricato della verifica o entro i 5 giorni successivi, le sanzioni vengono ridotte rispettivamente alla misura minima di €. 40,00 e €.10,00.Trascorsi 60 giorni dalla contestazione/notifica senza che sia avvenuto il pagamento, verrà emessa (ai sensi dell'art 10 L.R.T.81/2000) un'ordinanza/ingiunzione.In questo caso la sanzione sarà aumentata come previsto dalla normativa vigente (art. 25 L.R.42 del 31/07/98 e successive modificazioni ed integrazioni) fino ad €. 240,00 ed  €. 60,00 rispettivamente.Il trasgressore che entro 5 giorni dall'accertamento presenti ad una delle biglietterie elencate sul retro del verbale di accertamento, l'abbonamento personale valido ad una data antecedente a quella dell'accertamento, non sarà soggetto alla sanzione amministrativa (art.4 L.R.55/04).Tutte le modalità per il pagamento della sanzione e/o per la sua "contestazione" sono riportate in modo dettagliato sul retro del verbale di accertamento e contestazione.Si fa presente che chiunque utilizzi biglietti contraffatti o alteri i segni presenti sui biglietti stessi è punibile a norma dell'art. 462 C.P., nonché degli artt. 465 e 466 C.P.,questi ultimi come modificati dal D.Lgs.507/99. I dati anagrafici del trasgressore, il cui conferimento è obbligatorio ai sensi dell'art. 651 C.P., vengono raccolti per le finalità di cui all'art. 25 L.R.42/98 ed il loro trattamento sarà effettuato da personale di VAIBUS s.c.a r.l.. Il rifiuto di fornire le proprie generalità o la falsa attestazione di esse è punibile a norma del Codice Penale.E' facoltà dell'autore della trasgressione (o della persona obbligata in solido al pagamento) inviare entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica, scritti difensivi in carta libera e/o chiedere di essere ascoltato dalla Direzione VAIBUS. punto j): in caso di violazione del divieto di fumo, viene elevata sanzione amministrativa per l'importo da €. 27,50 a  €. 275,00 ai sensi della Legge n° 3/2003 e Legge R.Toscana n. 25/2005.
Resta salva l'applicazione di sanzioni derivanti da specifiche normative.
·         In caso di sanzione, all’utente maggiorenne, il verificatore VAIBUS dovrà rilasciare copia del verbale di accertamento e contestazione, che ha valore di notifica, il pagamento della sanzione ove non sia effettuato direttamente all’incaricato della verifica, può essere effettuato presso i punti informativi VAIBUS sotto riportati o per mezzo di versamento sul c/c postale n° 62009576 intestato a VAIBUS s.c.a.r.l., viale Luporini 895 – 55100 Lucca, indicando nella causale il numero del verbale
Punti informativi VAIBUS:
·        Lucca, piazzale Verd
·           Viareggio, piazza D’Azeglio
·          SPEDIZIONI MERCI
Si effettua spedizione merci in pacchi ermeticamente chiusi e debitamente imbottiti, di dimensione massima 50x50x50 fra le seguenti località:
v     Lucca – Viareggio – Castelnuovo G. 
TARIFFE MERCI
SOLO BUSTE, PLICHI CON AFFRANCATURA POSTALE E PACCHI FINO A 10 KG DI PESO Euro 6,90
Il servizio è svolto solo dalla consorziata Clap.  
·      CORSE DIRETTISSIME A PRENOTAZIONE “DDP”
Per la tratta Firenze-Viareggio e viceversa sono previste corse direttissime con obbligo della prenotazione del posto a sedere. La prenotazione deve essere effettuata nei punti di vendita predisposti dall’Azienda e resi noti tramite specifici “Avvisi al pubblico”.La prenotazione è valida solo per la corsa cui si riferisce; eventuali richieste di sostituzione per modifica di orario sono autorizzate solo dai punti di vendita sopra citati. 
·      DOVERI DEI CLIENTI
Sugli autobus e nelle infrastrutture a disposizione del pubblico, i sigg.ri viaggiatori sono tenuti al rispetto dei seguenti comportamenti (L.RegioneToscana n.42/1998 e delib. Consiglio Regionale n.245/2001):
a.       gli utenti dei servizi di trasporto pubblico locale sono tenuti a munirsi di idoneo e valido titolo di viaggio, a conservarlo per la durata del percorso ed alla fermata di discesa ed esibirlo a richiesta del personale di vigilanza;
b.       occupare un solo posto a sedere;
c.       rispettare le disposizioni relative ai posti riservati;
d.       non disturbare gli altri viaggiatori; l’uso dei telefoni cellulari è ammesso a condizione di non arrecare disturbo agli altri viaggiatori;
e.       non sporcare e non danneggiare i mezzi e le strutture di supporto. Le sanzioni di cui all’art.25, comma 4 della legge regionale n.42/1998 (sotto riportate) non si applicano qualora tali atti siano compiuti da chi è colto da improvviso malore, fermo restando l’obbligo del risarcimento del danno eventualmente arrecato;
f.        non trasportare oggetti nocivi o pericolosi;
g.       non portare con sé armi cariche e non smontate, salvo quanto stabilito dalle vigenti leggi in materia di detenzione nonché di tutela della sicurezza pubblica. Le munizioni di dotazione devono essere accuratamente custodite negli appositi contenitori. Il divieto non si applica agli agenti della forza pubblica ;
h.       non usare i segnali d'allarme o qualsiasi dispositivo di emergenza se non in caso di grave e incombente pericolo;
i.         rispettare le disposizioni concernenti il trasporto animali ed il trasporto bagagli;
j.         non fumare;
k.       non gettare oggetti dai veicoli.
·     OGGETTI SMARRITI
Ogni oggetto smarrito sugli autobus o nei locali aziendali potrà essere richiesto a:
- Deposito di Lucca
- Deposito di Viareggio
- Deposito di Mologno
- Deposito di Pieve Fosciana
- Deposito di Piazza al Serchio
VAIBUS applicherà la normativa prevista dal Codice Civile (artt.927-931) che stabilisce, tra l'altro, la consegna al Sindaco del Comune dove l'oggetto è stato ritrovato. 
 ·    ORARI E COINCIDENZE
L’Azienda si riserva la facoltà di apportare modifiche agli orari contenuti nella seguente pubblicazione, in accordo con gli Enti Concedenti.Le coincidenze sono assicurate fino ad un massimo di 5 (cinque) minuti. 
·    RECLAMI E SUGGERIMENTI
Possono essere comunicati al:·    Numero verde REGIONE TOSCANA 800-570530·    Numero Verde VAIBUS 800-602525 
·      SCIOPERO
In caso di sciopero viene data tempestiva comunicazione nel rispetto  della normativa stabilita dalla L.146/1990 e successive modifiche. In ogni caso sono garantite le corse nelle seguenti fasce orarie: 5.30-8.30 e 12.00-15.00 

·    NORME PER IL RILASCIO DELLE TESSERE A TARIFFA AGEVOLATA  
 (Rif. Legge Regionale 100/98 e Delib. Di Giunta Regionale 27/99)
I cittadini residenti nel territorio della Regione Toscana che appartengono ad una delle sottoindicate categorie, hanno diritto al rilascio di una tessera valida per l’acquisto di biglietti e abbonamenti a tariffa agevolata.
Ne hanno diritto:
a.        Invalidi civili o del lavoro con invalidità superiore o uguale al 67 %;
b.       Invalidi di servizio con menomazione ascritta dalla I alla VIII categoria;
c.        Soggetti privi della vista o sordomuti di cui agli articoli 6 e 7 della L. 2 aprile 1968 n°482;
d.       Persone disabili riconosciute in situazione di gravità, ai sensi degli articoli 3 e 4 della L. 3 febbraio 1992 n° 104;
e.        Invalidi minori di 18 anni che beneficiano dell’indennità di accompagnamento di cui alle Leggi 28 marzo 1968 n°406, 11 febbraio 1980 n° 18 e 21 novembre 1988 n° 508 oppure dell’indennità di frequenza di cui alla L. 11 ottobre 1990 n° 289;
f.         Mutilati ed Invalidi di guerra;
g.       Cavalieri di Vittorio Veneto, ai titolari del diploma d’onore al combattente istituito con legge 16 marzo 1983, n.75 (Concessione di un diploma d’onore attestante la qualifica di combattente per la libertà d’Italia 1943-1945), ai decorati al valor militare, ai perseguitati politici antifascisti o razziali riconosciuti;
h.       Cittadini di età superiore ai sessantacinque anni:
             1)       se celibi, vedovi, liberi di stato o giudizialmente separati, percettori di un reddito annuo personale ai fini IRPEF non superiore all’importo della pensione minima INPS maggiorata ai sensi della Legge 15 aprile 1985, n.140 e successive modificazioni;
             2)       se coniugati, qualora il reddito personale del richiedente non superi quello indicato al punto 1) ed il reddito annuale di coppia non superi 2,5 volte il medesimo limite, ovvero se il reddito del richiedente superi quello indicato al punto 1) ma il reddito di coppia non superi il doppio del medesimo limite. Ai fini della presente normativa, gli ultrasessantacinquenni dichiarati invalidi ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs.N.509 del 1988 sono assimilabili agli invalidi con percentuale superiore o uguale al 67%.La validità dei titoli di viaggio rilasciati in base alla presente normativa ad invalidi che abbiano diritto di accompagnamento, viene estesa senza sovrapprezzo all’accompagnatore.I cittadini appartenenti alle categorie sopra citate possono acquistare i titoli di viaggio agevolati solo se in possesso di una tessera di riconoscimento del costo di € 5,00 e valida 5 anni dalla data del rilascio.
·      CATEGORIE DI PERSONE CHE POSSONO VIAGGIARE LIBERAMENTE
(per effetto di disposizioni di legge, purchè possano dimostrare la loro appartenenza alle categorie indicate): 
SU TUTTI I SERVIZI
Funzionari di ispezione del Ministero dei Trasporti (R.D. 9 maggio 1912, n° 1447 - art. 197).
Funzionari e agenti dell'IG MCTC (D.L. 14 giugno 1949, n° 410 - art. 13).
Funzionari di Pubblica Sicurezza (R.D. 27 maggio 1923, n° 1176 - art. 7).
Dipendenti ANAS in servizio di polizia stradale(D.L. 7 febbraio 1961, N° 59 - art. 41).
Dipendenti della Provincia affidataria del servizio e dipendenti regionali, che svolgono funzioni ispettive sul servizio (liste comunicate dagli enti).
SUI SERVIZI URBANI
Militari di Guardia di Finanza in divisa o in abito civile (R.D. 31 dicembre 1923, n° 3170 - art. 18)
Carabinieri in divisa o muniti di segno di riconoscimento (R.D.L. 2 aprile 1925, n° 382 - art. 4)
Agenti di pubblica sicurezza in divisa o muniti di segno di riconoscimento (R.D.L. 2 aprile 1925, n°383 - art. 18).
Agenti di custodia con tessera di riconoscimento (D.D.L. 21 agosto 1945, n° 508 - art. 33).Guardie zoofile (R.D.L. 2 maggio 1939, n° 1284 - art. 25).
Vigili del fuoco (R.D.L. 27 dicembre 1941, n° 1570 art. 8).
Funzionari degli uffici imposte di fabbricazione (D.L. 26 aprile 1945, n° 223 - allegato h).
Inoltre, per assimilazione, possono fruire della libera circolazione gli ispettori delle PP.TT., gli Ispettori del Lavoro, gli addetti alla Vigilanza dell'Ispettorato del lavoro con mansioni di ispettore del Lavoro, in quanto aventi qualifica di ufficiale di Polizia Giudiziaria, di cui all'art. 221 del codice di procedura penale, ai sensi del D.M. 14 agosto 1943.

I vigili urbani, i vigili edilizi e vigili sanitari, in virtù dell'art. 18 del T.U. 31 AGOSTO 1907, n° 690, appartengono a categorie sostanzialmente parificate agli agenti di pubblica sicurezza e quindi, se in servizio, possono godere della libera circolazione sui mezzi pubblici limitatamente al territorio dell'ente di appartenenza.

Personale del Corpo Forestale dello Stato con qualifiche permanenti di polizia (L.6 febbraio 2004 n°36-art.3)


 
Inoltre, possono accedere ai servizi anche gli agenti sotto indicati, abilitati al servizio di polizia stradale Art. 12 C.d.s. Comma 3 :
 La prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e la tutela e il controllo sull'uso delle strade possono inoltre, essere effettuati, previo superamento di un esame di qualificazione secondo quanto stabilito dal regolamento di esecuzione:
a.         dal personale dell'Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale, dell'Amministrazione centrale e periferica del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, del Dipartimento per i trasporti terrestri appartenente al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e dal personale dell'A.N.A.S.;
b.         dal personale degli uffici competenti in materia di viabilita' delle regioni, delle province e dei comuni, limitatamente alle violazioni commesse sulle strade di proprieta' degli enti da cui dipendono;
c.        dai dipendenti dello Stato, delle province e dei comuni aventi la qualifica o le funzioni di cantoniere, limitatamente alle violazioni commesse sulle strade o sui tratti di strade affidate alla loro sorveglianza;(…omissis…)
Regolamento di attuazione C.d.s. art. 23 
Comma 1: Le amministrazioni cui appartiene il personale di cui all'articolo 12, comma 3, del codice (…omissis…).
Comma 4: Al personale di cui al comma 1 e' rilasciata apposita tessera di riconoscimento per l'espletamento del servizio conforme al modello allegato che fa parte integrante del presente regolamento (fig. I.l); essa ha validita' quinquennale, con conferma annuale mediante l'apposizione di un bollo riportante l'anno solare di validita'.
Comma 5: Al titolare della tessera di riconoscimento di cui al comma 4 e' consentita la libera circolazione sui trasporti pubblici urbani e sui trasporti automobilistici di linea nell'ambito del territorio di competenza della amministrazione di appartenenza.
 
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART.13 DEL D.LGS 196/03-CODICE SULLA PRIVACY
(pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 29 luglio 2003,Serie Generale n. 174,Supplemento ordinario n. 123/L) 
Nel ringraziarLa per averci fornito i Suoi dati personali, portiamo a Sua conoscenza le finalità e Le modalità del trattamento cui essi sono destinati. 
Finalità del trattamentoIl trattamento dei dati verrà effettuato per permettere la gestione dei rapporti commerciali e di tutte le pratiche necessarie allo svolgimento delle attività che la nostra società intende esercitare. 
Modalità del trattamentoI dati verranno trattati  con strumenti elettronici e cartacei.   
Soggetti a cui potranno essere comunicati i dati personali
 I dati saranno trattati da CTT nord S.r.l. in quanto capo fila della VAIBUS s.c.a.r.l e potranno essere comunicati a tutti gli organi preposti a verifiche e a controlli circa la regolarità degli adempimenti di cui alle finalità anzi indicate.
Diritti dell’interessato In relazione al trattamento dei dati personali l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 7 (Diritti dell’interessato) del Codice della Privacy:
1.     l’interessato ha diritto ad ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2.     L’interessato ha diritto ad ottenere l’indicazione:
   a)        Dell’origine dei dati personali;
   b)       Delle finalità e modalità di trattamento;
   c)        Della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
   d)       Degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art. 5, comma 2;
   e)        Dei soggetti e delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati.
3.     L’interessato ha diritto ad ottenere:
   a)        L’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
   b)       La cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
   c)        L’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestatamene sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
4.     L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte,:
   a)        per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
   b)       al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
   c)        Letta l’informativa di cui sopra si rende noto che: 
Titolare del trattamento dei dati: VAIBUS s.c.a r.l.   codice fiscale 01966880468 con sede in Lucca viale Luporini 895, e-mail info@vaibus.it, telefono 0583/5411. 
Responsabile del trattamento dati è il legale rappresentante dell’azienda. 
Per esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del Codice della Privacy, sopra elencati, l’interessato dovrà rivolgere richiesta scritta al seguente indirizzo: VAIBUS s.c.a r.l.   , viale Luporini, 895 - 55100 LUCCA c/a del Responsabile del trattamento dati.  
Il modulo da utilizzare può essere ritirato presso le biglietterie aziendali o cliccando qui.
P.IVA 05498770485